Afrodite: la Dea alchemica e il potere di trasformazione

July 23, 2019

 

"Quando due persone si innamorano, ognuna vede l'altra in una luce speciale, che la rende meravigliosa (l'aurea Afrodite) e viene attratto dalla sua bellezza. C'è una magia nell'aria; nasce uno stato d'incanto e di infatuazione. Entrambi si sentono più belli, quasi due divinità", scrive J. Bolen definendo Afrodite una dea alchemica,  per il magico potere di trasformazione che lei sola possedeva.

 

Ma cosa fa di Afrodite una dea alchemica? E qual è il potere di trasformazione di cui è capace?

 

Afrodite, dea della bellezza e dell'amore, ricolma di bellezza ogni cosa e questo fa si che tutto si trasformi e diventi irresistibile.

 

Quando siamo innamorati Afrodite è presente.

 

Non è forse vero che quando ci sentiamo innamorati, non solo vediamo il partner  più bello, ma anche tutto ciò che è intorno a noi si colora con una luce speciale e diventa splendido?

 

Quando siamo innamorati, guardiamo il partner con uno sguardo particolare: ne esaltiamo i pregi e non ci accorgiamo dei difetti, o se li vediamo sicuramente li minimizziamo.

 

Ed è proprio in questo sguardo particolare il segreto del potere trasformativo.

 

Quando infatti  nell'altro guardiamo e vediamo le sue qualità, quando ci accorgiamo delle risorse che possiede, senza fare nulla, semplicemente posando l'attenzione e lo sguardo sulle qualità piuttosto che sui difetti, lo aiutiamo ad esprimerle e a svilupparle.

 

Quando siamo innamorati, questo sguardo particolare, non è rivolto solamente al partner, ma anche a ciò che ci circonda. Magicamente tutto sembra apparire più bello, improvvisamente il nostro mondo diventa il paradiso sulla terra.

 

Quando ci innamoriamo  abbiamo la capacità di rendere bello e prezioso ciò su cui ci concentriamo, perchè è intriso del nostro amore.

 

Quando siamo innamorati anche gli altri se ne accorgono, ci dicono che ci vedono  bene, che ci trovano in forma, che emaniamo un'energia particolare: è l'aura Afrodite, è quella particolare energia che ci rende irresistibili agli occhi degli altri, proprio perchè è quella bellezza autentica che nasce all'interno di noi stessi.

 

E questo non è forse il potere di trasformazione della bellezza e dell'amore?

 

E questo non è un potere riservato solamente a pochi eletti o a coloro che hanno avuto la fortuna di incontrare l'anima gemella.

Afrodite non incontra il principe azzurro e non vive con lui felice e contenta.

Afrodite fa dono della sua bellezza e del suo amore senza altri scopi se non l'amore stesso.

 

Se noi, come Afrodite, facciamo dono del nostro amore e della nostra bellezza agli altri, che siano familiari, o amici, o le persone che incontriamo quotidianamente, possiamo sentirci innamorati ogni giorno e contemporaneamente contribuire a far crescere bellezza e amore in noi e fuori di noi.

 

Jung sosteneva che "l'incontro di due personalità è come il contatto di due sostanze chimiche: si produce una reazione così che entrambe ne saranno trasformate."

 

E allora concludo con una riflessione:

Come cambierebbero le nostre relazioni se fossimo più capaci di cogliere la bellezza negli altri?

Come cambierebbe  la nostra vita se fossimo capaci di focalizzare meglio il nostro sguardo sulla bellezza?

Come cambierebbe la nostra vita se fossimo capaci di riempire di bellezza e amore ogni cosa?

Come cambierebbe la nostra vita se imparassimo ad utilizzare il potere trasformativo di Afrodite?

L'essenza floreale "Afrodite" ci aiuta a far crescere la bellezza in noi e fuori di noi, quella bellezza particolare capace di creare "l'aura Afrodite".

 

 

Vuoi saperne di più sugli Archetipi Femminili e le essenze floreali della "Canzone di Eva"?

 

Clicca qui e scopri il percorso con gli Archetipi Femminili

 

 

Please reload

Please reload

In primo piano

Direzione benessere

October 21, 2019

1/10
Please reload

Ultimi Articoli

October 21, 2019

Please reload

Argomenti